CASTAGNATA E TESSERAMENTI

Venerdì 15 novembre ad ore 20.30 si è svolta la classica assemblea di autunno della ASD Cauriol con, a seguire, castagnata in compagnia. Erano presenti un centinaio di soci, giovani e meno giovani ma tutti appassionati di sport. Per via delle condizioni climatiche avverse il presidente Carlo Zanon non ha potuto presenziare di persona ma ha inviato una relazione che è stata letta e condivisa con tutti i soci presenti nella quale il presidente ha sottolineato particolarmente l’importanza di tutte quelle persone “invisibili” ma molto presenti che operano come volontari in vari modi per garantire il funzionamento e la riuscita di tutte le attività che la società propone. Ha inoltre sottolineato come la Cauriol partecipi attivamente a molte manifestazioni di valenza generale quali la Marcialonga Cycling, Running, le gare di coppa del mondo di skiroll oltre ad eventi locali come il Suan Rock.

I vari responsabili di settore hanno relazionato sulle attività estive svolte e sul programma per i prossimi mesi invernali. Remo Deflorian ha raccontato l’estate del settore orientamento che in questi anni attrae nuovi piccoli atleti supportati dall’amore per questa disciplina di un instancabile “maestro Remo” che è capace di trasmettere la sua passione anche ai più piccoli. Per quanto riguarda invece il settore agonistico invernale dello sci-orientamento, dopo alcuni anni di ottime prestazioni ottenute dal gruppetto affiatato di ragazzi più grandi, ci sarà da aspettarsi un inverno più tranquillo perchè loro, ormai diventati grandi, hanno deciso di interrompere, almeno provvisoriamente, l’attività agonistica per concentrare le loro energie sulla nuova esperienza universitaria.
Dal settore corsa campestre sono arrivate le proposte più nuove ed originali; dopo l’esperienza dello scorso inverno, che a conclusione del corso base di fondo, ha visto proporre con successo alcune attività multi-sport (pattinaggio, sci escursionismo in neve fresca e una bella uscita con gli sci da discesa), quest’estate è stata presentata un’idea simile ma da praticare nei mesi “caldi”, dove una trentina di ragazzi si sono potuti cimentare, oltre che con la corsa, con la mountain bike e con e le racchette da tennis. Un grazie particolare a Tania e Stefania per il loro impegno ed alle associazioni US Litegosa di Panchià e al Circolo Tennis di Predazzo. Il settore calcio, di cui ci ha parlato Paolo Gianmoena mira a creare un gruppo di persone affiatate che si divertano e possano stare bene insieme; c’è ottimismo per un ritrovato interesse da parte dei più giovani per questo settore.I risultati agonistici che in questo momento non sono particolarmente esaltanti sono comunque un obiettivo secondario. Per il settore della corsa in montagna, Mauro Delvai ha raccontato come le iniziali difficoltà di dover modificare il tracciato storico della “Costolina” (gara vertical di corsa in montagna giunta alla sua decima edizione) dovute ai danni della tempesta Vaia dello scorso anno, siano diventate invece una nuova opportunità che ha riscontrato da parte dei partecipanti, commenti positivi. In autunno il gruppo dello sci alpinismo ha iniziato la preparazione a secco per il prossimo inverno ma le fresche nevicate di questi giorni hanno già permesso agli appassionati di lanciarsi sul candido manto di neve per godersi una anteprima di inverno. Nel settore giovanile del fondo e della discesa le attività riprendono con un bel gruppetto di atleti che si cimenteranno con le gare del prossimo inverno. Confermato Marcello Bosin alla guida dello sci nordico e la collaborazione con la società Dolomitica di Predazzo per il settore dello sci alpino.
Due le novità principali presentate ai soci: l’avvio di una nuova esperienza nel settore biathlon e la gestione della palestra comunale per i prossimi 3 anni. Per quanto riguarda il biathlon, il responsabile di settore Marco Vanzetta ha spiegato che, visto il nuovo orientamento del Comitato Trentino di chiedere alle società di occuparsi in modo diretto degli atleti, la società, dopo un confronto con gli altri sodalizi di valle, ha deciso di prendersi carico dei ragazzi più grandi, quelli che sparano con la carabina per intendersi, e di fare da capofila in questo settore. La Dolomitica continuerà a seguire i più piccoli che sparano con i fucili ad aria compressa. I tecnici incaricati sono, per quanto riguarda il tiro Marco Zanon e per quanto riguarda lo sci Franco Marta.
In merito alla palestra, il Comune, a seguito di specifico bando, ha assegnato alla Cauriol la gestione per i prossimi 3 anni. In questi giorni si stanno completando gli accordi per la definizione dei dettagli del regolamento. I locali saranno nella piena disponibilità della società entro fine mese. Impegno della Cauriol è quello di riuscire, nel limite delle proprie possibilità, a dare un servizio più ampio e migliore possibile. Sul sito internet è stata aperta una specifica sezione che conterrà le informazioni specifiche relative a questa struttura.
A conclusione della serata, prima di dare spazio alle castagne, è stato presentato il nuovo libro di Loris Paluselli che racconta i primi 40 anni del settore calcio della Cauriol con interessanti quanto unici contenuti legati alle esperienze del calcio femminile e dei quello amatoriale di valle. Sono anche stati consegnati due riconoscimenti per il loro impegno proprio nel seguire e prendersi cura del settore calcio a Maurizio Vanzetta (vicepresidente Cauriol) e Diego Vanzetta, instancabile “giardiniere” che per molti anni si è occupato anche del settore giovanile.
Ricordiamo infine che è possibile rinnovare il tesseramento per l’anno 2020 tutti i lunedì dalle 20.30 alle 21.30 presso la sede di via Bosin 2.